Trovaspazi, questo sconosciuto

Visto che è il ruolo che da il nome al mio blog, non potevo esimermi dal dedicargli il mio primo “vero” post. Cercheremo di capire il più possibile per quanto riguarda questo ruolo,sul piano calcistico ma non solo.

Il Trovaspazi nel suo habitat naturale
Il Trovaspazi nel suo habitat naturale

Etimologia
Partiamo dal piano lessicale : Trovaspazi è la traduzione italiana della parola tedesca Raumdeuter (la cui pronuncia dovrebbe essere qualcosa tipo Roum-doi-ter). A sua volta Raumdeuter è un neologismo derivante dalla parola tedesca Traumdeuter che, tradotto letteralmente nella nostra lingua corrisponde a “interprete dei sogni”. Questa nuova parola del vocablario tedesco è comparsaper la prima volta nel 2011, in un articolo-intervista a Thomas Müller, l’attaccante del Bayern Monaco, scarpa d’oro dei mondiali 2010 e vice-capocannoniere dell’ultima edizione 2014. L’articolo, pubblicato sull’edizione online di  Süddeutsche Zeitung, uno dei principali quotidiani tedeschi con sede a Monaco di Baviera, si intitola “Ich bin ein Raumdeuter” [x]

Chi l'avrebbe detto che Freud,padre della psicanalisi avrebbe influenzato anche la tattica calcistica?
Chi l’avrebbe detto che Freud,padre della psicanalisi avrebbe influenzato anche la tattica calcistica?

Identikit
Quindi quando si parla di Raumdeteur, si pensa subito a Thomas Müller, quindi andiamo a conoscerlo meglio.Thomas Müller (Weilheim in Oberbayern,13/09/1989) inizia a tirare i primi calci ad un pallone nel 1994, quando a 5 anni non ancora compiuti comincia a giocare con la scuola calcio del TSV Pähl, comune bavarese con nemmeno 3mila abitanti. Figlio di un ingegnere della Bmw, non ha mai giocato per strada: troppe macchine e troppo traffico per divertirsi. A 10 anni entra nella formazio D-Jugend del Bayern Monaco e da lì comincia la sua ascesa fino alla prima squadra. L’esordio avviene nel 2008 a ferragosto, quando rileva Klose nella partita contro l’Amburgo. Inizia subito a mostrare i tratti del predestinato quando a marzo 2009, segna nel 7-1 rifilato allo Sporting Lisbona in Champions League, pur giocando 18 minuti. Ha la possibilità di allenarsi con grandi campioni, soprattutto due che per movimenti offensivi non hanno da imparare da nessuno: uno è un certo Miroslav Klose, capocannoniere della storia dei Mondiali,l’altro un certo Luca Toni che ha segnato più di 300 gol in carriera. Nel 2009/2010 complici gli infortuni dei due citati centravanti e di Ribery, Thomas si prende la maglia da titolare che da allora non ha più tolto. Chiude la stagione con 19 reti in 52 partite, la Bundesliga, la Coppa di Germania e con la finale di Champions League persa con il Chelsea mentre in nazionale gioca i Mondiali da titolare e ne diventa capocannoniere con 5 reti conquistando il 3° posto (ma salta la semifinale per squalifica): menga poc! (come esclamerebbe l’ex compagno di squadra Toni) per un ventenne. Come detto da quella stagione non ha più lasciato i galloni da titolare, collezionando 226 presenze e 92 reti nelle successive quattro stagioni e mezzo. A 26 anni da compiere ha già vinto tutto: 3 Meisterschale, 3 coppe di Germania, 2 supercoppe di Germania,1 Champions League, 1 Supercoppa UEFA, 1 Mondiale per club, la coppa del Mondo in Brasile.

 Thomas Müller esulta dopo aver segnato il vantaggio contro il Brasile
Thomas Müller esulta dopo aver segnato il vantaggio nella semifinale contro il Brasile

Lo spazio prima del pallone
Müller è un vero e proprio jolly: ha giocato praticamente in tutti i ruoli dell’attacco e lui stesso si definisce «uno che fa tutto nel settore offensivo». Non c’è però una caratteristica tecnica in cui eccella: non fraintendetemi non sto dicendo che è uno “scarpone”, ma non sono i suoi piedi a renderlo un campione assoluto, bensì la sua intelligenza tattica. Dotato di un fisico longilineo (186cmx74kg) ma non muscoloso, fin da piccolo era un dei più gracili nella sua squadra: non potendo contare sulla fisicità già da bambino iniziò a sviluppare il suo fine acume calcistico. La sua lettura degli spazi e i suoi tempi di inserimento sono frutto di fiuto ed istinto puro, attributi che nessun allenatore può insegnare. Un solo pensiero gli rimbalza in testa “Come posso segnare un gol?”,  ma la cosa veramente sensazionale e praticamente unica è che molto spesso Thomas guarda prima lo spazio della palla. Ecco come, indipendentemente dal ruolo in cui gioca, Müller riesce a non diminuire il suo rendimento offensivo. Non dimentichiamoci poi, che è in grado di utilizzare la sua intelligenza anche nella fase di non possesso, ripiegando in difesa anche grazie alla sua resistenza sopra la media.

Il Trovaspazi in FM
Il Trovaspazi è uno dei nuovi ruoli inseriti nella più recente edizione di Football Manager, assieme a Esterno Invertito, Regista Mobile e Regista Largo.E’ disponibile come trequartista esterno e solo con compiti di attacco (cosa che a voler essere pignoli stride un po’ con i ripiegamenti del Trovaspazi per antonomasia). E’ adatto a moduli in cui si ricerca fluidità e movimento senza palla e perché renda al meglio è preferibile schierarlo con un attaccante a a supporto, che gli aprirà spazi e che a sua volta ne beneficerà. Se devo scegliere l’attributo principe per definire il ruolo non ho dubbi: Senza Palla.

trsz
Il profilo di Muller in FM 2015

FF

Annunci

3 thoughts on “Trovaspazi, questo sconosciuto

  1. Complimenti per l’iniziativa anzitutto!Seguendo alcuni dei blog che suggerisci pure io ci ho pensato mille volte a una avventura simile…ma vuoi il tempo,vuoi che ormai gioco solo tornei online,alla fine mi son sempre tirato indietro!Ti seguirò volentieri.
    Parlando di Muller,che proprio in una delle rose Online gestisco,non riesco a farlo rendere come vorrei,interessante in merito la tua osservazione di inserirgli una punta con compito di sostegno.Ho due domande in merito.
    -Come sostegno al Trovaspazi va bene pure un Fulcro a Sostenere
    -Quali compagni potrebbero esaltare un giocatore simile per completare la catena destra?(Non dico nomi ma ruoli,tipo terzino,o esterno completo,reg avanzato o incontrista…)

    Liked by 1 persona

  2. Innanzitutto sono contento che mi seguirai e che la mia iniziativa ti si a piaciuta.
    Allora per quanto riguarda il Fulcro del gioco a sostenere, direi che è un ruolo tra i più indicati per aprire spazi e smistare sui compagni. Personalmente non ho mai provato questa accoppiata, di solito io schiero il Trovaspazi con una Punta completa-sostenere o ancora meglio con un Falso 9. Quest’ultima combinazione soprattutto se si hanno giocatori adatti può essere devastante, perché il F9 porta via i difensori dall’area, aprendo il campo al Trovaspazi. Costruendo la catena di destra, opterei per un terzino fluidificante che impostato su supportare cercherà i filtranti dagli esterni, mentre su attaccare farà anche le veci dell’ala pura: con entrambi i compiti può essere adattissimo al rendimento del Raumdeuter perché nel primo caso lo lancerà negli spazi pur impegnando il terzino avversario, mentre nel secondo caso andrà a impensierire ancora di più i difensori avversari portandoli sull’esterno e aprendo spazi. Anche l’esterno completo può funzionare ma forse andresti a sbilanciare un po’ troppo quel lato, visto l’apporto difensivo limitato del Trovaspazi. Per il centrocampo possono esserci varie combinazioni, molto dipende dal modulo. In ogni caso direi che un giocatore creativo fa sicuramente comodo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...