Il “Septuple” del Watford

Dopo vari impegni della vita reale che mi hanno visto accantonare Football Manager per qualche settimana, ho finalmente ripreso la mia carriera con il Watford. Dopo aver mancato il titolo della Premier all’ultimo respiro nella scorsa stagione, l’obiettivo dichiarato era quello di conquistare finalmente il campionato, unico titolo che mancava alla mia bacheca. Di conseguenza mi sono trovato più che d’accordo con gli obiettivi fissati dalla dirigenza, supportato anche dai pronostici che per la prima volta ci danno come favoriti al titolo.

pl


Potenzialmente con un budget del genere, potrei acquistare quasi ogni giocatore sulla piazza, ma non è nel mio stile spendere fortune in top player affermati: come avrete visto preferisco portare alla mia corte qualche pietra grezza da trasformare in diamante, per poi magari far sì che siano gli altri a svenarsi per acquistare i miei gioielli. Proprio in quest’ottica rientra la cessione più importante della sessione estiva, quella del giocatore dell’anno Rodrigo De Paul (13g/20ass/m.v.7.61) agli sceicchi del PSG, per la cifra record di 85 milioni di €, tutti rigorosamente cash!

85M
La cessione è dolorosa, ma contavo nella definitiva consacrazione del brasiliano Gérson, di cui finora penso di non aver sfruttato a pieno l’enorme potenziale. L’unica remora era sul fatto che il trequartista brasiliano fosse mancino, ma d’altra parte aveva completato l’apprendimento del ruolo di trequartista sinistro, che comunque non necessita obbligatoriamente di un giocatore a piede invertito, dovendo essere principalmente un creativo piuttosto che un finalizzatore.

Insieme al fantasista argentino, se ne sono adnati diversi altri giocatori importanti, principalmente per contratti a pochi anni dalla scadenza che sarei stato costretto perlomeno a raddoppiare come Mario Fernandes e alcuni altri giovani sicuramente cresciuti, ma per cui non vedevo una collocazione tattica nell’immediato, come Humam Tariq.

ces

Ecco che con i 291 milioni incassati in estate il mio budget è diventato virtualmente illimitato, ma ciò non ha modificato la mia filosofia per quanto riguarda il calciomercato. Ne ho però approfittato per acquistare alcuni giocatori che seguivo da tempo.

Il primo in ordine cronologico è Terence Kongolo, difensore mancino con dei valori realmente impressionanti e che non mi sarei aspettato di strappare per soli 9,75M.

Terence Kongolo

Ho poi acquistato uno dei miei pupilli durante il biennio sulla panchina dell’Inghilterra: Calum Chambers. Come qualità è quasi una copia carbone di Mario Fernandes, il giocatore che deve sostituire nella mia rosa ed è perfettamente in grado di giocare al centro della difesa e anche a centrocampo. Ha inoltre delle qualità che lo rendono adattissimo sia ad una difesa a 4 che ad una difesa a 3. I 24 milioni spesi non sono pochi, ma era un giocatore che volevo fortemente ed ha il “bonus” di essere inglese.

Calum Chambers
Calum Chambers

Sentivo il bisogno di un rimpiazzo più a lungo termine di Alex Telles, che iniziava a chiedere uno stipendio oltre i 10 milioni, vista la corte di praticamente tutti i top club del panorama europeo. Con a lungo termine in questo caso non parlo di un giovanissimo, ma un giocatore con determinate qualità, che non fosse necessariamente un terzino, visti che di terzini simili al brasiliano ne ho trovati pochi. Spulciando la mia lista selezionati ho ritrovato un giocatore ucraino che finora, per problemi di permesso di lavoro non ero riuscito a portare in Inghilterra. Sto parlando di Kalitvinstev, un centrocampista/trequartista sinistro e di piede mancino, in cui vedevo tutte le qualità per giocare da Esterno Completo nel mio 4-3-3.

Vladyslav Kalitivintsev
Vladyslav Kalitvintsev

Per finire in bellezza il mercato per la prima squadra, l’ultimo giorno di mercato sono riuscito a strappare al Chelsea Richard Bond, un prospetto con un potenziale enorme che avevo nel mirino da quando mi ero seduto sulla panchina dei Tre Leoni e per cui ho battuto il record di acquisto più costoso della storia del club, strappando un assegno da 31 milioni di €.

Richard Bond
Richard Bond

Con le qualità che ha in contrasti, marcatura e nel gioco aereo può diventare anche un difensore centrale di livello mondiale, ma per ora voglio migliorarne le doti in fase di costruzione e piazzarlo davanti alla difesa, dove far valere i suoi 20 in resistenza e in impegno.

Il resto degli acquisti  dell’estate riguardano giovani promettenti che sono andati a farsi le ossa in prestito. Il totale di 115 milioni spesi, segna comunque un attivo per il club di 176 milioni di euro.

acq
Come gli ultimi anni, l’estate rimane importante per mettere benzina nelle gambe, ma ha messo in palio anche i primi trofei, in questo caso il Community Shield e la Supercoppa Europea. Due trofei che abbiamo conqusitato con relativa agilità, schiantando 3-0 l’Arsenal nella supercoppa nazionale e 4-0 il Manchester City, vincitore dell’Europa League, in quella europea.

est
Sull’onda degli ottimi risultati del pre-campionato, l’approccio alla Premier è stato migliore rispetto agli ultimi anni e ci ha visto vincere 15 delle prime 19 partite, piazzandoci al primo posto al momento della partenza per il Mondiale per Club.

19gpl

Mondiale per Club (o Coppa Intercontinentale per gli amanti dei nomi vintage) che ha rappresentato il trofeo numero tre della nostra stagione e che ci ha visto segnare 10 reti in due partite.

mon
A gennaio, vista l’offerta e l’età (31 anni) del giocatore, ho accettato l’offerta di 23,5 M della Juventus, salutando così il nostro portiere Begovic. Al suo posto è arrivato un ottimo portiere ucraino che diversi conosceranno, Maxym Koval, estremo difensore della Dinamo Kiev.

Allo stesso modo, viste le buone prestazioni di Kalitvintsev come terzino sinistro, ho finalmente acconsentito alla partenza di Alex Telles, che ho comunque sostiutito numericamente con Parà un altro terzino importante, connazionale di Telles e proveniente dal Cruzeiro .

cesgen
Ancora una volta abbiamo guadagnato denaro dal mercato, consolidando la nostra posizione nel “1 billion € club”, come valore stimato societario.

acqu gen
Con soli due volti nuovi, abbiamo ripreso la nostra marcia in tutte le competizioni. A marzo ci siamo presi la quarta coppa della stagione, seppellendo di gol (7) i malcapitati del Milwall nella finale di Capital One Cup. E pensare che il nostro cammino nella coppa di lega era stato appeso a un filo, quando il Norwich ci aveva fatto sudare le proverbiali “sette camicie”, prima di essere finalmente eliminato ai rigori.

c1c
In Premier abbiamo fatto registrare ben 25 partite senza sconfitte durante l’anno, che ci hanno permesso di mantenere la prima posizione e sopratutto di conquistare la Premier, con solo la sconfitta (immeritata) con il Chelsea a sporcare il nostro ruolino di marcia nel girone di ritorno.

38gpl
La classifica definitiva mostra quanto la nostra affermazione sia stata netta, con 100 gol tondi tondi segnati (miglior attacco) e solo 29 subiti (miglior difesa) e 9 punti di vantaggio sul Chelsea secondo, che con quei punti in un’altra stagione avrebbe probabilmente ipotecato il titolo. Premier League che è anche il nostro quinto trofeo stagionale.

claspl
Dopo la conquista della Premier ci aspettavano due finali a una settimana di distanza, quella di Fa Cup e quella di Champions League, competizioni di cui ormai siamo veri e propri habitué.

Con i supplementari di Wembley ci siamo aggiudicati il nostro sesto titolo stagionale a spese del Liverpool, ma il giorno dopo abbiamo dovuto incassare una brutta notizia: l’infortunio in allenamento del nostro portiere Bond. Con Koval non registrabile in Champions, l’unico altro portiere in rosa era Ian Allison, 17 anni appena compiuti.

fa
Senza altre alternative, Allison si è piazzato tra i pali nella finale con il Barcellona. Si è comunque comportato bene quindi il risultato rocambolesco non è da attribuire a suoi errori tecnici.

fin
Siamo andati sotto 2-0 nel secondo tempo, quindi senza più nulla da perdere abbiamo giocato tutte le nostre carte e siamo stati premiati con due gol in due minuti di Zivkovic e Gabbiadini, con cui abbiamo risposto alla doppietta blaugrana di Messi.

Anche questa finale ha visto il suo epilogo ai supplementari, dove siamo andati nuovamente sotto dopo il gol di Traoré. Abbiamo però subito ritrovato il pareggio con Barbosa, per poi definitivamente dilagare con Kenedy e nuovamente Gabi-gol, vincendo 5-3 la finale di Champions League e soprattutto il nostro settimo trofeo della stagione!

cl

7

I nostri giocatori offensivi sono stati gli indiscussi protagonisti della stagione, con 4 giocatori oltre i 20 gol stagionali e con Zivkovic autore di 30 reti e 10 assist dall’ala destra.

stat
Dopo aver vinto tutto quello che c’era da vincere prima del 2020, non sono sicuro che sia interessante continuare a portare avanti gli aggiornamenti della carriera, visto che penso che le stagioni a venire, proseguiranno sulla falsa riga di questa appena terminata. Continuerò comunque con gli Hornets, o perlomeno nello stesso salvataggio, ma i prossimi articoli si concentreranno su altri aspetti, come lo sviluppo dei giocatori e qualche altro articolo di tattica.

Colgo l’occasione per ringraziare tutti i miei lettori: siete cresciuti veramente a vista d’occhio! Sarei ben felice di sentire le vostri opinioni, i vostri feedback e le vostre idee per i prossimi articoli. Ritengo sempre importanti i vostri commenti, a cui come vedete cerco di rispondere sempre ed il più presto possibile. Fatemi sapere se avete richieste particolari, magari qualche approfondimento o qualche dubbio riguardo a quanto scritto (non necessariamente) finora e cercherò di soddisfarvi nei prossimi articoli. Commentate sotto all’articolo o fatemi avere le vostre richieste tramite i Contatti disponibili sul blog.

Annunci

2 thoughts on “Il “Septuple” del Watford

  1. Che dire se non complimenti! In soli 4 anni di carriera hai conquistato tutto il possibile e hai portato un club di Serie B sul tetto del mondo! E sei riuscito a far (finalmente) rivincere i mondiali agli inglesi, davvero strepitoso! Una curiosità, sei già nella top five degli allenatori più vincenti di sempre ?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...