FM15 – L’importanza di una buona partenza : preparazione estiva

start
Osservando le prime partite della stagione 2019/20 del Watford, scrutando quella sfilza di pallini verdi (e quello giallo del pareggio con il City) devo dire che il nostro inizio di stagione è stato davvero entusiasmante.

Una buona partenza è fondamentale per il proseguimento della stagione, poiché un partenza negativa o col freno a mano tirato, può generare una serie di eventi spiacevoli per un allenatore di FM: una brutta partenza influisce sul morale, che inevitabilmente peggiorerà, andando ad influire sulla qualità degli allenamenti e del gioco stesso, che porterà altri cattivi risultati, che a loro volta peggioreranno il morale. E’ come un cane che si morde la coda e non è assolutamente facile risollevarsi. Quando poi le cose precipiteranno definitivamente, i giocatori inizieranno a lamentarsi fino a chiedere la cessione e comincerete a perdere le vostre stelle, le vostre certezze e molto probabilmente la vostra panchina!

Dopo aver esaminato la cascata di eventi negativi a cui può condurre una falsa partenza, la domanda sorge spontanea. Come posso far cominciare al meglio la stagione? Pensandoci bene, non ho avuto partenze negative da molto tempo. Sta tutto nella preparazione estiva e nell’approccio alla stagione: il meccanismo non è differente da quello del calcio giocato, né tantomeno è variato con l’avvicendarsi delle edizioni di Football Manager. Al massimo sono cambiati gli strumenti, ma non i concetti: dagli sliders siamo passati al nuovo sistema di allenamento con i focus settimanali, ma l’importanza della preparazione è rimasta la stessa.

Prima di entrare nel dettaglio della preparazione, è necessario sottolineare che la prima cosa da fare è avere una tattica consolidata, da conoscere nel dettaglio. Probabilmente l’intera prima stagione potrebbe essere necessaria al consolidamento tecnico-tattico delle vostre idee, ma quando avrete la necessaria consapevolezza riguardo il vostro sistema di gioco, sarà tutto molto più semplice e snello. Un consiglio. Quando avrete la vostra base tattica ormai definita, evitate di fare cambiamenti radicali: se non siete sicuri al 100% di quello che andate a toccare, lasciate le cose così come sono. In molti utilizzano 2, 3 o anche più tattiche, ma vi assicuro che una singola tattica basta ed avanza: non sono necessarie nemmeno le tattiche home/away così in voga nella community di FM. La chiave sta nell’adattamento partita per partita, utilizzando al meglio la gamma di istruzioni di squadra che il creatore di tattiche ci mette a disposizione.

Sembra banale dirlo, ma il lavoro sul fisico durante la preparazione è la parte più importante del ritiro, se non addirittura di tutto l’allenamento dell’anno. Raccomando di dedicare almeno le prime 2 o 3 settimane di allenamento esclusivamente al lavoro fisico (Focus: Forma fisica – Intensità: Molto alto). Io personalmente mi limito in condizioni normali a 2 settimane piene, ma è capitato di dover aggiungere una settimana in caso di vacanze prolungate.

fisico

Durante questa prima fase si può azzerare la programmazione sulla partita, seppur io sia solito lasciarla al minimo, non azzerandola del tutto.

prog

Dopo aver messo benzina nelle gambe dei giocatori, è tempo di cominciare con le prime amichevoli. Ponendo la domenica come primo giorno di ritiro e di lavoro fisico, sconsiglio di pianificare qualsiasi amichevole prima del secondo sabato di ritiro. Quindi, considerando il 13 come primo giorno di ritiro, la prima amichevole pre-stagionale sarà pianificabile a partire dal 26. Con la terza settimana, specie in presenza di un buon numero di nuovi acquisti, sarà necessario cominciare con il lavoro tattico (Focus: Tattica – Intensità: Alta / Molto Alta), da prolungare anche alla quarta settimana in caso di necessità. Altrimenti, dalla quarta settimana si può cominciare con l’allenamento stagionale. Io sono solito partire dal Controllo palla per poi ruotare le varie categorie settimanalmente, anche per mantenere un ideale collegamento con la realtà: dopo tanto lavoro fisico e tattico si comincia finalmente ad allenarsi con il pallone. A questo punto si può riportare la programmazione della partita a livello standard.

prog2

Durante questo periodo è ovviamente necessario continuare a pianificare e soprattutto giocare amichevoli. L’ideale sarebbe una partita ogni 4 o 5 giorni, permettendo così alla vostra squadra di giocare 6 o 7 amichevoli prima di iniziare a fare sul serio. Quando selezionate la rosa per le amichevoli tenete sempre d’occhio le qualità fisiche dei vostri giocatori: oltre alla condizione, le amichevoli sono fondamentali al raggiungimento della forma partita. L’ultima cosa che volete è cominciare il campionato con una squadra fuori forma!

Giocare amichevoli casalinghe è un ottimo modo per incamerare denaro tramite la vendita dei biglietti e scegliere avversari blasonati può essere un ottimo modo per incrementare le finanze di un piccolo club. Ma giocare con club più blasonati (e probabilmente più forti) sulla carta può essere pericoloso. Perdere, anche se si tratta di un’amichevole, non fai mai bene al morale dei giocatori, quindi tenete a mente anche il morale nella pianificazione delle amichevoli pre-stagionali. L’ideale per un club di media fascia sarebbe bilanciare il calendario con avversari più forti (possibilmente da affrontare in casa) ed altri più abbordabili.

Quando finalmente inizia la stagione e si comincia a fare sul serio, diventa importante la gestione della rosa. Così come nel calcio, anche in FM c’è chi preferisce affidarsi ad un gruppo di titolarissimi e chi invece si affida al turn-over, sfruttando numericamente tutta la rosa. Indipendentemente da come la pensate, raccomando di operare un turn-over ragionato ad inizio stagione. Questo permetterà a tutta la rosa di trovare il ritmo partita e di mantenere (o trovare) la condizione, diminuendo sensibilmente anche il rischio di infortuni.

Infine, tenete sempre d’occhio le vostre istruzioni di squadra. Se per esempio giocate ad un ritmo veloce, sarebbe saggio abbassarlo all’alba della nuova stagione, per poi velocizzarlo quando tutta la squadra sarà entrata in forma. O ancora, se non disponete di una rosa in condizione, rinunciare al pressing ultra-offensivo, abbassandolo almeno di un livello tramite le istruzioni di squadra, può essere una soluzione ugualmente efficace per tenere sotto controllo i parametri fisici dei vostri giocatori.

FF

Annunci

6 thoughts on “FM15 – L’importanza di una buona partenza : preparazione estiva

  1. Bell’articolo, mi ha colpito quest’affermazione:

    “La chiave sta nell’adattamento partita per partita, utilizzando al meglio la gamma di istruzioni di squadra che il creatore di tattiche ci mette a disposizione.”

    E’ possibile sperare in uno o più articoli che affrontino approfonditamente questo aspetto? Sono molto interessato a capire meglio come adattare la mia squadra di partita in partita.
    Grazie.

    Mi piace

    1. Sì certamente. Mi riferivo ad adattamenti e contrapposizioni simili a quelli spiegati nell’articolo su Manchester Utd – Watford, ma può essere interessante riprendere l’argomento.

      Mi piace

  2. La preparazione della stagione è chiaro. Ma quando i giochi ufficiali iniziano, che tipo di formazione si concentra sul piano generale e la preparazione della festa? Penso che in allenamento ogni giorno devi allenare tutto, cioè, io uso una formazione generale. Nella preparazione di gioco non ho molto chiaro, perché ho notato che FM influenza il modo di giocare, ma io sono tra coloro che pensano che non importa chi si faccia, gioca sempre con il vostro stile.

    Mi piace

  3. Thank you, I wanted to respect the language of the blog … I will say you that I agreed with you in the preseason training, but the difficulty is in training pre-match, which affects the way that you team play directly. My question is, your training pre-match is always the same, or you will change according to the opponent? Because I’m in favor to play always the same way, regardless of who is the opponent.

    Mi piace

    1. No I adapt it according to the opponent. For example if I am expecting to play against a stronger side, I choose to train the defensive phase, and viceversa. If I see some problems with the set pieces I choose the kind of set pieces I need to improve. If i’m not sure what kind of pre-match training to choose, I look at scout reports on next opponent.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...